SOURCE: BIOTRONIK SE & Co. KG

BIOTRONIK SE & Co. KG

April 28, 2012 08:21 ET

BIOTRONIK Evia HF-T primo pacemaker CRT al mondo approvato per la risonanza magnetica

Il nuovo pacemaker CRT di BIOTRONIK offre ai pazienti affetti da insufficienza cardiaca assistenza ottimale e accesso sicuro agli esami di risonanza magnetica

BERLIN--(Marketwire - Apr 28, 2012) - BIOTRONIK, produttore leader di dispositivi medici basati su tecnologia innovativa, ha annunciato oggi il lancio su tutto il mercato europeo della nuova serie di pacemaker Evia HF-T. Evia HF-T è il primo dispositivo di terapia di resincronizzazione cardiaca (CRT-P) approvato per l’uso in un ambiente MRI (1). La serie Evia HF-T, inoltre, offre la gestione remota del paziente con BIOTRONIK Home Monitoring(R), nonché rende disponibili dati dettagliati attraverso il monitor HF di BIOTRONIK. Queste informazioni consentono un intervento terapeutico più rapido per rilevare prima persino i sintomi asintomatici e possono addirittura contribuire a diminuire l’ospedalizzazione.

"Fino ad ora, ai pazienti portatori di pacemaker CRT erano preclusi gli esami di risonanza magnetica", ha sottolineato la Prof. Valeria Calvi, MD, Direttrice del reparto di cardiostimolazione ed elettrofisiologia presso l’Università di Catania e l’Ospedale Ferrarotto, Italia. "La risonanza magnetica fornisce informazioni diagnostiche essenziali che esercitano un impatto su decisioni terapeutiche importanti e offrono chiare intuizioni sull’avanzamento della malattia. Adesso che BIOTRONIK consente ai pazienti affetti da insufficienza cardiaca con il dispositivo Evia HF-T di sottoporsi agli esami di risonanza magnetica, è rassicurante che i pazienti possano beneficiare di queste procedure diagnostiche ottimali nel caso in cui dovessero averne bisogno nel corso della loro vita."

L’utilizzo degli esami di risonanza magnetica cresce con l’età, a causa di un incremento della prevalenza di comorbidità quali colpi apoplettici, tumori al cervello e artriti – condizioni che possono richiedere un esame di risonanza magnetica per avere una diagnosti esatta (2,3,4). Anche la prevalenza di insufficienza cardiaca cresce con il passare degli anni. L’età media dei pazienti affetti da insufficienza cardiaca è 75 anni (5); è pertanto essenziale che i pazienti che soffrono di tale patologia abbiano accesso agli esami di risonanza magnetica.

Trattamento delle insufficienze cardiache
Secondo la European Society of Cardiology, l’insufficienza cardiaca colpisce circa 30 milioni di persone in Europa e la sua incidenza è ancora in crescita (6). I dati provenienti dagli Stati Uniti mostrano che l’insufficienza cardiaca è responsabile di più ospedalizzazioni di tutte le forme di cancro messe insieme e che costituisce la causa più frequente di ospedalizzazione nei pazienti di 65 e più anni (7). I tassi di riospedalizzazione durante i sei mesi successivi alle dimissioni dall’ospedale ammontano al 50% (8).

"La maggior parte dei pazienti affetti da insufficienza cardiaca soffre di una serie di sintomi che possono aggravarsi all’improvviso e richiedere attenzione immediata", ha spiegato la Prof. Valeria Calvi, MD. "La gestione della malattia di ciascun paziente affetto da insufficienza cardiaca è complessa e richiede informazioni dettagliate sullo stato della sua malattia e sulle prestazioni del sistema del dispositivo cardiaco. È di importanza vitale monitorare questi pazienti da vicino in modo da evitare la riospedalizzazione. A tale scopo BIOTRONIK offre soluzioni avanzate con il suo monitor HF e il suo sistema BIOTRONIK Home Monitoring(R)."

BIOTRONIK Home Monitoring(R) consente l’esclusiva rilevazione precoce delle variazioni nello stato del paziente. La sperimentazione COMPAS (9) ha dimostrato che l’uso di BIOTRONIK Home Monitoring(R) ha consentito interventi da parte dei medici significativamente precoci: sono stati guadagnati fino a quattro mesi attraverso la rilevazione precoce di eventi clinicamente rilevanti rispetto al gruppo di controllo. COMPAS ha inoltre dimostrato per la prima volta che BIOTRONIK Home Monitoring(R) offre una riduzione delle ospedalizzazioni per l’aritmia atriale e i colpi apoplettici correlati pari al 66%. Importanti dati sui trend clinici segnalati dal monitor HF di BIOTRONIK consentono ai medici di fare chiarezza sui sintomi del paziente e sui meccanismi clinici sottostanti.

"La nuova serie Evia HF-T completa il portafoglio di prodotti tecnologicamente avanzati per la bradicardia di BIOTRONIK. Insieme alla sua serie dedicata alla tachicardia Lumax 740, BIOTRONIK offre il più ampio portafoglio del settore di dispositivi cardiaci impiantabili per la bradicardia, tachicardia e terapia CRT approvati per l’uso con MRI", ha dichiarato Christoph Böhmer, Managing Director di BIOTRONIK. "Abbiamo assunto una posizione di leadership sia in materia di innovazione che per il fatto di offrire ai medici e ai loro pazienti le opzioni più ampie per una terapia personalizzata, compreso l’accesso agli esami di risonanza magnetica", ha quindi aggiunto.

Siti interessati dai primi impianti del pacemaker Evia HF-T con ProMRI(R)
Dott. Theodoros Ballidis, Ospedale comunitario di Bonn, Germania
Prof. Valeria Calvi, MD, Ospedale Ferrarotto, Italia.
Prof. Dott. Bernd Eber, Ospedale Wels-Grieskirchen GmbH, Austria
Prof. Dott. Gerhard Hindricks, Centro cardiologico di Lipsia, Germania
Dott. Istvan Szendey, Ospedale Maria Hilf Mönchengladbach, Germania

Informazioni su BIOTRONIK Home Monitoring(R)
BIOTRONIK è stata pioniera con il suo sistema di gestione remota del paziente BIOTRONIK Home Monitoring(R) fin dalla sua prima applicazione clinica risalente al 2000. Si tratta di un sistema unico in quanto consente il monitoraggio remoto wireless automatico continuato dello stato del paziente e del dispositivo con aggiornamenti quotidiani, senza alcuna interazione da parte del paziente. La tecnologia rende possibile intervenire prima, come dimostrato dai risultati della sperimentazione TRUST(10,11). Attualmente BIOTRONIK Home Monitoring(R) viene ampiamente utilizzato in oltre 5.300 ospedali e 56 paesi in tutto il mondo.

Informazioni su ProMRI(R)
ProMRI(R) consente ai pazienti portatori di pacemaker, ICD o CRT-D di sottoporsi ad esami di risonanza magnetica. La serie BIOTRONIK ProMRI(R) Evia HF-T segna la prima volta di un pacemaker CRT progettato, testato e approvato per rendere possibili gli esami di risonanza magnetica. Di conseguenza, i medici hanno l’opportunità esclusiva di scegliere il dispositivo ottimale tra quelli della serie Evia, offrendo ai propri pazienti le terapie più avanzate tra quelle disponibili insieme all’accesso agli esami di risonanza magnetica.

Informazioni su BIOTRONIK SE & Co. KG
In qualità di azienda leader a livello mondiale nel campo dei dispositivi medici cardiovascolari, con svariati milioni di dispositivi impiantati, BIOTRONIK è presente in oltre 100 paesi con la sua forza lavoro globale costituita da più di 5.600 dipendenti. Nota per tenersi sempre informata all’interno della comunità medica, BIOTRONIK valuta le sfide che i medici devono affrontare e fornisce loro le soluzioni migliori per tutte le fasi della cura del paziente, dalla diagnosi e il trattamento alla gestione del paziente. Qualità, innovazione ed eccellenza clinica definiscono BIOTRONIK e il suo crescente successo e offrono fiducia e tranquillità d'animo a medici e pazienti in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni: www.biotronik.com

Riferimento
(1) Per informazioni dettagliate su ProMRI(R) compresa l’intera serie di condizioni e requisiti preliminari visitare la pagina Web www.biotronik.com/promri
(2) Prevalence of Stroke by Age and Sex: NHANES 1999-2002.
(3) US Cancer Statistics (USCS) 1999-2007; sito Web per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) .
(4) Perruccio et al., J Rheumatol. 2006, 1856-1862.
(5) Linee guida ESC 2008, European Heart Journal (2008), 29, 2388-2442.
(6) Congresso ESC sulle insufficienze cardiache 2008.
(7) Roger VL et al., Heart disease and stroke statistics - 2011 update: a report from the American Heart Association, Circulation, 1° febbraio 2011, 123(4):e18-e209.
(8) Jencks SF, Williams MV, Coleman EA., Rehospitalizations among patients in the Medicare fee-for-service program, N Engl J Med, 2 aprile 2009, 360(14):1418-28.
(9) Mabo et al., The COMPAS Trial, European Heart Journal 2011, doi: 10.1093/eurheartj/ehr419.
(10) Varma et al., The TRUST Trial, Circulation 2010, 122, 325-332.
(11) Varma et al., The TRUST Trial, Circ Arrhythm Electrophysiol 2010, 3:428-436.

Contact Information



  • Contatti:
    Sandy Hathaway
    Senior Director, Global Communications
    BIOTRONIK SE & Co. KG
    Woermannkehre 1
    12359 Berlin
    Tel. +49 (0) 30 68905 1602
    E-mail: sandy.hathaway@biotronik.com