SOURCE: RoboticOncology.com

RoboticOncology.com

August 26, 2011 11:17 ET

Nuova tecnica di chirurgia robotica per preservare la funzione sessuale dopo un intervento chirurgico sul cancro alla prostata

La tecnica SMART (Samadi Modified Advanced Robotic Technique [Tecnica robotica avanzata modificata Samadi]) migliora la precisione chirurgica e preserva una buona condizione sessuale dopo i trattamenti per il cancro alla prostata

NEW YORK, NY--(Marketwire - Aug 26, 2011) - Il dottor David Samadi, vice presidente del reparto di urologia e direttore del Robotics and Minimally Invasive Surgery presso il Mount Sinai Medical Center è consapevole della vasta gamma di emozioni e paure che gli uomini affetti da cancro alla prostata si trovano ad affrontare. In qualità di esperto di prosta tectomia robotica e di trattamenti per il cancro alla prostata, il dottor Samadi si preoccupa dei pazienti nella sua totalità, aiutandoli a gestire tutti gli aspetti del trattamento, recupero e cura. Le procedure di prostatectomia robotica eseguite per rimuovere la ghiandola prostatica e il tumore circostante, possono offrire degli eccellenti risultati nella cura del cancro, sebbene molti uomini abbiano paura dei potenziali effetti collaterali dell’intervento chirurgico. La loro preoccupazione in cima alla lista è: sarò in grado di avere e provare piacere sessuale dopo un trattamento per il cancro alla prostata?

Il dottor Samadi comprende questa preoccupazione. "Per la maggior parte degli uomini, la funzionalità sessuale ha la stessa importanza dell’estirpazione del cancro alla prostata. Molte delle loro paure sul sesso dopo un intervento chirurgico sono suscitate dalla loro conoscenza di vecchie tecniche di prostatectomia a cielo aperto e per via laparoscopica. Grazie alla chirurgia robotica, queste paure possono essere notevolmente ridotte." Storicamente, la ghiandola prostatica veniva rimossa mediante chirurgia invasiva nel corso della quale i chirurghi incontravano gravi difficoltà nel cercare di salvare i minuscoli fasci di nervi responsabili della funzione erettile e sessuale. Spesso, la capacità di un uomo di avere rapporti sessuali dopo un intervento veniva influenzata negativamente. Con l’avvento delle tecniche di chirurgia robotica, dei chirurghi esperti come il dottor Samadi hanno una migliore visione della ghiandola prostatica, il che consente una maggiore precisione e destrezza. Di conseguenza, il rischio di danni ai nervi vitali per la funzione sessuale viene significativamente ridotto.

Quando si occupa dei suoi pazienti affetti da tumore alla prostata, il dottor Samadi impiega un approccio «dall’inizio alla fine», che include una valutazione personalizzata della funzione sessuale prima dell’intervento e accertamenti durante e dopo l’operazione chirurgica per trovare le opzioni che assistano il ritorno della funzionalità sessuale. "Penso che un intervento di chirurgia robotica abbia successo solo quando il cancro è curato e il paziente ha una completa continenza e potenza sessuale. Tutti tre i criteri devono essere soddisfatti per poter considerare che l’intervento chirurgico è stato un successo." Questo approccio omnicomprensivo al paziente viene chiamato "Trattamento Trifecta" dal dottor Samadi.

Il dottor Samadi personalizza la chirurgia robotica grazie al proprio metodo SMART (Samadi Modified Advanced Robotic Technique). Usando il sistema Da Vinci, il trattamento comunemente consigliato per il cancro alla prostata localizzato, il dottor Samadi è in grado di eseguire movimenti altamente precisi nel punto dell’intervento chirurgico: il tessuto cancerogeno viene rimosso in modo netto e i nervi essenziali vengono salvati. Grazie al fatto che non apre la fascia intorno alla prostata e che non sutura il complesso della vena dorsale, il dottor Samadi ha migliorato la qualità della vita sessuale degli uomini dopo l’operazione. Alla fin fine, questo porta ad un recupero più veloce e a un miglioramento delle prospettive di riguadagnare la funzionalità sessuale e la continenza urinaria.

"Gli uomini vogliono sapere se potranno tornare alla loro vita normale quando sarà tutto finito. Desiderano eliminare il cancro e voglio andare avanti e provare piacere nel sesso come hanno sempre fatto," ha detto il dottor Samadi. Mentre la ripresa della potenza sessuale potrebbe richiedere fino a 12 o più mesi, il dottor Samadi garantisce ai pazienti che questo succederà nel corso del normale recupero. Il suo approccio omnicomprensivo al trattamento del cancro alla prostata e alla condizione sessuale, continua anche dopo l’intervento chirurgico. "Non è insolito che gli uomini sperimentino delle DE dopo le procedure di prostatectomia, ma questo non è un indicatore della loro potenza sessuale nel lungo periodo. Continuo a lavorare con i pazienti per ottenere i risultati completi che desiderano."

Di seguito altre informazioni sull’esperto di cancro alla prostata, dottor Samadi, che è anche parte del Fox News Team.

Comparazione delle opzioni di trattamento per il cancro alla prostata: la chirurgia robotica rispetto a una vigile attesa

Chirurgia robotica in una bella giornata a New York

Collegamenti correlati:

http://www.smart-surgery.com/

http://www.roboticoncology-it.com/

http://www.roboticoncology-il.com/

Contact Information